fbpx

Il Comune confuta con DATI OGGETTIVI le dichiarazioni espresse dai 5 Stelle

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 voti. Media: 5,00 su un totale di 5)
Loading...
Amministrazione Comunale Porto Recanati

IN RELAZIONE ALLE DICHIARAZIONI DEI 5 STELLE intendiamo confutare con DATI OGGETTIVI le dichiarazioni espresse in un post in merito al turismo ed alle aspirazioni in tale direzione della nostra città considerandole tendenziose, non rispondenti alla realtà e con finalità esclusivamente denigratorie.
Con oltre 800.000 presenze turistiche annue Porto Recanati da decenni rimane tra le prime cinque località per movimento turistico della Regione Marche. E’ considerata tale al punto che una foto del nostro lungomare, che viene considerato dai più come una unicità, è stata scelta per essere associata ad un testimonial tra i 20 scelti dalla Regione Marche per promuovere il nostro territorio. Inoltre, dal momento che (finalmente) l’Assessorato al Turismo regionale concede uno spazio di promozione alla nostra città ad una delle più importanti fiere europee del turismo, la BIT di Milano, secondo il M5s non saremmo dovuti andare e perdere l’occasione per rivendicare quanto sia importante la nostra città nel contesto regionale e non solo.
E’ abbastanza strana la logica che muove i ragionamenti di politica economica del M5s, laddove, per puro spirito di denigrazione, non si esita ad esaltare e diffondere solo gli aspetti negativi di un territorio in barba a tutti quegli interessi (e sono tanti) del nostro maggiore comparto economico cittadino.
Ne risulta che attraverso queste battaglie si venga a ledere tutti quegli interessi economici degli operatori turistici e dei commercianti che fintamente si vuole tutelare, senza esitare ad essere i primi delatori della nostra città e di tutti quei lavoratori che dai turisti attingono la loro fonte di sostentamento.
Allora eccoli i risultati di questa Amministrazione nel campo del turismo, ad appena 12 mesi dal suo insediamento, in uno degli anni più difficili per la promozione della destinazione Porto Recanati colpita direttamente ed indirettamente dagli echi negativi degli eventi sismici dello scorso Novembre 2016:
– Forte collaborazione programmatica con gli operatori turistici del settore nella definizione di strategie atte a diffondere una promozione della località tra quelle maggiormente capaci di soddisfare le esigenze della domanda turistica, soprattutto familiare. Attraverso la partecipazione congiunta con l’Associazione Riviera del Conero ad importanti iniziative promozionali si è cercato di promuovere la nostra località dopo gli ultimi anni di assoluto immobilismo.
– Realizzazione della nuova depliantistica turistica coordinata, di promozione, di accoglienza e di informazione degli eventi, al fine di uniformare l’immagine grafica della città in un tutt’uno assolutamente apprezzabile
– Realizzazione di nuovi strumenti di promozione, video e spot sulla località turistica. A scanso ogni equivoco di genere questi strumenti sono stati talmente apprezzati che la stessa Regione Marche li ha utilizzati per promuoverli attraverso i loro canali social, registrando decine di migliaia di contatti.
– Realizzazione di una serie di appuntamenti estivi di assoluto rilievo nazionale ed internazionale, che legittimano la destinazione anche da questo punto di vista. L’Arena Gigli, divenuta uno degli spazi di spettacolo più importanti, le Frecce Tricolori, la mostra archeologica, le iniziative di festa organizzate in collaborazione con gli operatori economici qualificano Porto Recanati, contribuendo a divulgarne l’immagine positiva.
– Valorizzazione della tipicità enogastronomica portorecanatese, rappresentata dal Brodetto di Porto Recanati, attraverso la promozione dei tanti ristoranti portorecanatesi che propongono il piatto tipico. La settimana del brodetto ha visto quest’anno importanti vetrine nei media nazionali con servizi dedicati a Porto Recanati sulle maggiori rubriche televisive di settore.
Il Comune non ha né definito né chiesto alcun € ai commercianti per la Festa + Rosa. L’Associazione “Porto Recanati è “ ha individuato il contributo in totale autonomia e sulla base dei costi da sostenere per gli spettacoli. Il Comune ha pensato alla sicurezza, alla predisposizione degli spazi da utilizzare ed al ripristino del territorio ed ha contribuito con la stessa cifra degli anni precedenti allo svolgimento della serata. Al di là di ogni considerazione, anche la più malevola, la manifestazione è stata decisamente positiva .
Le immagini allegate all’articolo si riferiscono a proprietà private anche se adiacenti all’area demaniale, e che su di esse niente può il Comune (gli operatori danneggiati dalle mareggiate ripristineranno solo dopo la realizzazione della difesa della costa programmata), il fatto è sintomatico di quanto gli estensori del post non conoscano Porto Recanati.
CULTURA
Difficilmente altre Amministrazioni Comunali hanno fatto, in così poco tempo, quanto fatto negli ultimi 12 mesi. Forse ai più disattenti tutto ciò sarà sfuggito.
Non è sicuramente sfuggito questo cambiamento alle tante persone, cittadini e turisti, che partecipano attivamente e con entusiasmo alle varie iniziative organizzate. Per i disattenti le elenchiamo:
– Politiche importanti di valorizzazione dei beni culturali cittadini, quali unicità da promuovere e valorizzare. Tra queste l’importantissimo lavoro svolto per il rilancio della Pinacoteca Comunale “A.Moroni” oggi aperta tutti i giorni e tutto l’anno e dotata di personale qualificato che ne consente la fruizione guidata. Inoltre l’organizzazione di importanti momenti di musicali e di spettacolo al suo interno ha consentito l’individuazione di uno spazio alternativo ed esclusivo fiore all’occhiello della città.
– Spostamento della Biblioteca Comunale nei locali della ex scuola Diaz che ha consentito la duplice funzione di ampliare lo spazio fruitivo della Biblioteca e consentire contemporaneamente la creazione di uno spazio espositivo esclusivo al piano terra del Castello Svevo, fruibile per iniziative espositive di rilevanza.
– Organizzazione della mostra archeologica a carattere internazionale che mostra l’assoluta rilevanza storica della città romana di potentia attraverso un percorso di ricostruzione grafica ottenuta con metodi innovativi integrati da sistemi espositivi tradizionali. Questa politica di totale sinergia con il Ministero dei Beni culturali – Soprintendenza Archeologica inizia a dare i primi frutti in termini di ritorno di immagine della nostra realtà archeologica, tanto che nei giorni scorsi un reporter del National Geographic ha realizzato una serie di immagini della nostra area per un futuro articolo riguardante tre siti archeologici marchigiani.
– Creazione di uno spazio dedicato a Beniamino Gigli, al piano terra del Castello Svevo dove sarà possibile ammirare oggetti donati al Comune dalla famiglia del tenore recanatese.
– Politiche di valorizzazione del Castello Svevo come polo culturale di Porto Recanati con la possibilità di visita ad allestimenti duraturi (pinacoteca e visita al Castello compresa ascesa alla Torre) e temporanei (iniziative espositive temporanee).
Da ultimo vale la pena segnalare, nel moderno mondo dei social, quello che i turisti pensano della nostra città e che arriva tramite commenti spontanei sui quali il Comune non ha alcuna possibilità di incidere.
Tanto ci era doveroso chiarire nel momento che vengono fatte dichiarazioni che mirano a diffondere notizie e dati inesatti che vorrebbero avere come scopo la critica acerrima e la diffamazione di chi amministra ma che in realtà danneggiano solo la città e chi in essa vive e lavora.

Articoli Correlati