fbpx

L’Amministrazione Comunale fa chiarezza su quanto non compreso dal rappresentante del M5S

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 voti. Media: 5,00 su un totale di 5)
Loading...
Direttivo Comune di Porto Recanati

In merito alla nota del Movimento 5 Stelle pubblicata in data 19 giugno u.s. dal titolo “CONSIGLIO COMUNALE AMMINISTRAZIONE 1 OPPOSIZIONI ZERO OCCORRE PIU’ CONTROLLO E PREPARAZIONE?”, occorre, ancora una volta, fare chiarezza su quanto non compreso dal rappresentante del suddetto movimento che attualmente siede in Consiglio Comunale.

Punto primo: il contributo economico di € 26.000,00 è stato assegnato alla nostra Città dalla Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata (in seguito divenuta Banca delle Marche) che, in linea con quanto previsto dal proprio statuto, ha ritenuto di valutare positivamente il progetto di ampliamento del MUSEO ARCHEOLOGICO DI POTENTIA che oggi vede il suo compimento con la realizzazione della MOSTRA ARCHEOLOGICA di imminente inaugurazione. Come avviene con tutti i contributi di scopo, essi debbono essere impegnati appunto per il MEDESIMO scopo per i quali vengono “elargiti”, e questo non per volontà o meno dell’Amministrazione Comunale, ma semplicemente perché lo prevede la vigente normativa in materia. Normativa che dovrebbe essere nota a chi si pregia di sedere in Consiglio Comunale. Ne consegue che il contributo di cui sopra risulta scritto a bilancio in ENTRATA alla voce “Trasferimenti Correnti” e per pari importo in USCITA alla voce “ Organizzazione manifestazioni e convegni”. Non possono essere e non sono soldi “…spesi in maggior misura per altre cose” come sostiene il Movimento.

Punto secondo: Le variazioni di bilancio approvate nell’ultimo Consiglio Comunale, relative ai maggiori impegni di spesa per materiale informatico (server), sistemazione Arena B. Gigli e manutenzione del litorale trovano pari importo in minori spese rilevate in altri capitoli di pari tipologia.

Punto terzo: Non ci siamo “accorti ora di un avanzo d’amministrazione da poter spendere” ma semplicemente tale avanzo, risultante a rendiconto dell’anno 2016, puo’ essere speso solo dopo l’approvazione del rendiconto stesso avvenuta in data 05 giugno u.s.

Si sottolinea infine, che tutto quanto sopra riportato, è ampiamente descritto nelle Delibera di Consiglio nr. 38 e nr. 39 approvate e precedentemente, fornite e spiegate sia in sede di Commissione Bilancio che in sede di Consiglio Comunale. La documentazione è stata compresa da tutte le altre forze politiche ma a quanto pare non pienamente dal Movimento 5 Stelle.

Articoli Correlati