fbpx

Prima Mareggiata,Primo divieto di Balneazione

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (3 voti. Media: 4,33 su un totale di 5)
Loading...
Prima Mareggiata estiva a Porto Recanati

 

Le spiagge della zona di scossici, dove le mareggiate hanno già creato abbastanza disordine, sono messe di nuovo a dura prova dalle onde del mare. La mareggiata che da ieri notte perseguita le spiagge portorecanatesi sembra dover aumentare nelle prossime ore.

Questa mattina, quando i bagnini hanno trovato le prime due file sommerse dalle onde, hanno dovuto rimboccarsi le maniche per l’ennesima volta e trasportare tutto il materiale rimovibile (lettini e sdraglie) in zone più “sicure”, lontano dalle onde.

I titolari dei balneari in zona Nord di Porto Recanati, nello specifico quelli che vanno dallo stabile Barracuda fino a Massi, passando per il Palm Beach, hanno potuto solo guardare inermi mentre il mare, in poche ore, si divorava quasi completamente i tratti di spiaggia dove erano stati messi dei pennelli di protezione appositi, proprio per evitare che questo accadesse ma si sono verificati inutili.
I proprietari delle attività balneari, avevano già accusato la Regione di non attivarsi a dovere, in favore dei tanti problemi che da anni colpiscono le diverse spiagge porto recanatesi e ormai più che stufi di questa situazione, vogliono sapere dall’assessore regionale alla difesa della costa, Angelo Sciapichetti, quale sia il punto della situazione a riguardo per l’appalto delle opere a difesa della costa sud di Lido delle Nazioni, dal cui ribasso d’asta, una parte è destinata ad essere impiegata per interventi a Scossicci.
Il maltempo di questi giorni hanno creato anche diversi problemi alla foce del Potenza.
L’ARPAM ha comunicato al comune il superamento dei valori limite nei punti di prelievo IT011043042013 denominato “300 M nord foce fiume Potenza”; IT011043042014 denominato “300 M sud foce fiume Potenza”; IT011043042018; denominato “350 M sud foce fiume Potenza”; IT011043042019 denominato “450 M sud foce fiume Potenza”; IT011043042011 denominato “in direzione fosso Acquarolo”.
Dopo di che il nuovo sindaco Mozzicafreddo ha emesso un’ordinanza di divieto temporaneo di balneazione identificate “450 M sud foce fiume Potenza”; “in direzione fosso Acquarolo”; per un tratto marino costiero che parte in posizione antistante dalla Pineta sita in Via della Repubblica e termina a metri 1.020,20 in direzione Sud, al punto posto a confine con l’acqua denominata “IT011043042008”, essendo le acque di balneazione identificate con il codice IT011043042013, IT011043042014 e IT011043042018 già interdette alla balneazione con precedente ordinanza n.100 del 05/05/2016.

Articoli Correlati