Nuova Ordinanza atta a contenere il fenomeno del conferimento errato dei rifiuti

1 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 5 (1 voti. Media: 5,00 su un totale di 5.)
Loading...
Scossicci Immondizia

Informiamo che la Polizia Municipale su sollecitazione del Sindaco sta approntando una nuova Ordinanza atta a contenere se non annientare il fenomeno del conferimento errato dei rifiuti. La nuova ordinanza riguarderà oltre all’attuale errato conferimento, l’utilizzo dei sacchetti anonimi o privati del microchip, tutti gli utensili dismessi da casa e posti vicino ai cassonetti, tutti gli oggetti a qualsiasi titolo depositati in posti anomali e tutti gli sfalci dell’erba dei giardini.
Per questi ultimi è evidente che la mole di verde che siamo chiamati continuamente a portare in discarica con le nostre risorse o chiamando il CO.SMA.RI. non sono solo gli sfalci dei propri giardini, ma sono ad opera di tutti coloro che – probabilmente in nero e per questo non utilizzano l’isola ecologica – effettuano gli sfalci nei giardini condominiali o in più giardini singoli.
Avvertiamo lorsignori (che di buona educazione non ne hanno) che sono state posizionate due telecamere e nei prossimi giorni renderemo pubbliche le infrazioni elevate.
Le telecamere sono “itineranti” e verranno spostate nei punti critici fino alla risoluzione della problematica.
Tutti i cittadini sono invitati a collaborare inviando privatamente alla Polizia Municipale o direttamente al Sindaco (che è altrettanto tenuto al segreto d’Ufficio) foto di conferimenti fuori tempo o anomali. Il loro anonimato verrà garantito.
Poichè vediamo che molte foto dei cumuli vengono postate sui social, riteniamo sia impossibile che tanta maleducazione possa avvenire senza che nessuno veda niente.
La nuova ordinanza prevederà oltre che un forte inasprimento delle sanzioni, la denuncia penale per l’abbandono in strada di tutto quello che non è considerato rifiuto urbano e quindi per elettrodomestici, toner ed altri materiali d’ufficio, mobilia varia, materiale da cantiere etcc.
La città è di tutti ed i costi per il ritiro e lo smaltimento dei rifiuti viene distribuito tra tutti i residenti. Così come il danno d’immagine.

Commenti Facebook

commenti

Articoli Correlati

Lascia un Commento

45 − 42 =