fbpx

Pestaggio a Marotta, scattano gli arresti.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 voti. Media: 5,00 su un totale di 5)
Loading...
Rissa Porto Recanati Droga

Sono giunte al termine le indagini delle forze dell’ordine sul selvaggio pestaggio della scorsa estate, avvenuto a Marotta di Mondolfo ai danni di un 49enne del posto, Stefano Morbidelli.

Stefano si trovava nel bar “Oasi” sul lido di Marotta di Mondolfo quando è stato aggredito da Mirco Calvari, 42enne di Loreto insieme al suo compare Giovanni Cristalli, 29enne di Vieste.
Il GIP ha affermato che al termine delle indagini i due indagati sono risultati come gli esecutori materiali del pestaggio avvenuto ai danni di Stefano, aggiungendo inoltre che avrebbero agito per conto di un terzo mandato, tal Alessandro Petrolati, 40enne di Porto Recanati, con la complicità di uno Slavo Ricard Glisic che avrebbe messo a disposizione la sua auto, una BMW Serie 3 di color grigio metallizzato, per la spedizione punitiva.

Petrolati e Glisic, non sono nuovi alle cronache delle orze dell’ordine e l’intero gruppo è stato incarcerato sotto custodia cautelare per evitare qualsiasi inquinamento delle prove, fuga o intimidazione da parte del quartetto.
Sotto indagine altre due persone, tra cui il figlio di uno degli arrestati, che a detta della vittima quel giorno si aggirava insieme al quartetto sul lido di Marotta di Mondolfo, ma che non avrebbe preso parte all’aggressione.

Ancora ignoto il movente dell’aggressione.

Articoli Correlati