Spaccio, estorsione e gioco d’azzardo

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto.)
Loading...
Cocaina Droga

Il 48enne porto recanatese vittima della vicenda, è passato dall’essere cliente di un pusher, originario dell’Abruzzo, al diventare bersaglio di estorsione da parte del medesimo; la vittima aveva accumulato un ritardo sostanziale nel pagamento di alcune partite di cocaina, dal valore complessivo di circa 4300 euro, che a detta dell’estorsore, avrebbe dovuto restituire con degli interessi pari a 300 euro al mese ogni 1000 euro pagati in ritardo.
Il porto recanatese dopo aver ricevuto varie minacce si è sentito in dovere di denunciare l’accaduto, permettendo così ai carabinieri di Senigallia di organizzare l’arresto dello spacciatore con capi d’imputazione quali: detenzione, spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione ed usura.
Il pusher ha confessato tutto senza tralasciare dettagli rilevanti, come il motivo per cui avesse urgentemente bisogno del denaro, ovvero il gioco d’azzardo.

Chi è Riccardo

PortoRecanati.it è una piattaforma di informazione online su Porto Recanati,
La caratteristica di questo blog è che una parte sempre maggiore dei contenuti sono inviati alla piattaforma dai lettori.
Chiunque voglia collaborare inserendo articoli ci Contatti.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Per saperne di più visita Questa Pagina

Vedi tutti gli Articoli

Articoli Correlati