“Alza la testa e… non il gomito”: il nuovo progetto dell’U.M.T

Inizia il progetto di prevenzione “Alza la testa e… non il gomito”, in cui operatri di strada esperti e qualificati, si incontreranno fuori dalle discoteche per discutere con i giovani sull’importanza di prevenire comportamenti nocivi come la guida in stato di ebrezza.

Il progetto prevede la collaborazione dell’Unità Mobile Territoriale (U.M.T.) ed è promosso dalla Sur Area Vasta 3, in collaborazione con il Dipartimento per le Dipendenze patologiche di Civitanova Marche e la Cooperativa Sociale PARS “Pio Carosi” ONLUS.

Grazie ad un accordo tra il Primo Cittadino Montali, l’Assessore Fiaschetti Attilio e il gestore della discoteca MIA Sig. Pagano, sono stati individuati i luoghi di maggiore aggregazione giovanile e verranno istituiti stand all’uscita di pub, discoteche e lounge bar dove i ragazzi potranno gratuitamente effettuare dei test con l’etilometro e provare in maniera amichevole e divertente le loro reali capacità e condizioni, per valutare in tutta sicurezza se sono o meno in grado di mettersi alla guida, scongiurando così il maggior numero possibile di incidenti.

Gli operatori cercheranno di capire quelle che sono le esigenze dei giovani e quale sia effettivamente il loro concetto di “divertimento”, purtroppo sempre più associato all’idea di sballo e di uso ed abuso di sostanze stupefacenti, in continuo aumento nel corso degli ultimi anni.

Sarà un approccio autoritario, ma anche amichevole, volto a cogliere i bisogni dei giovani e ad offrire alternative valide e sicure, per combattere le troppe stragi del “Sabato Sera”.