fbpx

“Noi per Porto Recanati”: lettera aperta all’ex Sindaco Ubaldi

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 voti. Media: 5,00 su un totale di 5)
Loading...
Noi Per Porto Recanati

Riportiamo di seguito la dichiarazione di “Noi per Porto Recanati” rivolta all’ex sindaco Ubaldi:

“Non passa giorno che l’ex sindaco Ubaldi non ci propini le sue osservazioni: ci assedia nei mass media, sui blog, nelle occasioni pubbliche e in ogni dove!

Nell’ultima sua ‘opera’ contesta il Sindaco Montali descrivendola come una specie di monella attaccabrighe con tutti, perfino con i suoi colleghi avvocati. Ci consenta di osservare come in tutto ciò traspare, francamente, tutta la faziosità personale e, senza offesa, la pochezza politica di questo ex Sindaco, che ancora non si è rassegnato alla defenestrazione voluta, si ricordi sempre, non d questa Amministrazione ma dai cittadini di Porto Recanati.

Pensiamo che avrebbe fatto molto meglio ad uscire di scena con dignità piuttosto che lasciarsi ogni volta andare a polemiche sterili: avrebbe fatto più bella figura se, come capo dell’opposizione, si fosse messa al servizio del paese in un momento fondamentale per il suo futuro, e forse, volando molto più alto di adesso, sarebbe stata anche perdonata da quella maggioranza dei cittadini che il 25 Maggio l’hanno bocciata.

Nel merito degli attacchi al Sindaco Montali siamo certi che lo stesso non soffre di alcuna sindrome di accerchiamento, ne tanto meno questa amministrazione. Siamo accerchiati ma dai problemi e dai guai lasciati da 15 anni di malgoverno Ubaldi (di fatto sono 15!). Non avrebbe avuto l’attuale amministrazione alcun confronto serrato con i vari Enti se la sig.ra Ubaldi avesse lasciato la Fiumarella a posto, o se avesse attuato il progetto di difesa della costa in tempo, o se non si fosse imbarcata negli ultimi mesi del suo mandato nel top del delirio edificatorio che ha sempre professato in questi anni a che ha raggiunto il suo apice con il Burchio.

Sicuramente se avesse ben amministrato e lasciato un paese senza problemi di fognature, di erosione marina, di viabilità, di coesione sociale, di partecipazione, di offerta turistica qualificata, la nuova amministrazione non avrebbe certamente avuto l’occasione per ‘litigare’ con nessuno: tanto meno con il Parroco, con il quale non ci sono comunque stati, con il presidente del Corpo Bandistico, ma solo per come ha amministrato in questi anni questo sodalizio, niente di personale o di politico.

Lasciamo da parte il sig. Squinzi, che può parlare certo del Burchio ben sapendo che non lo conosce affatto (anzi lo invitiamo volentieri a venire a Porto Recanati, sarà ben accetto), ma a lui e a quanti si sentono orfani di una decisione che l’ex Sindaco aveva portato avanti con tanta foga la risposta l’hanno data i cittadini il 25 Maggio scorso: il Burchio non si doveva fare!!!

Sulla polemica non proprio edificante lanciata dal Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Macerata, diciamo solo che bene ha fatto il Sindaco Montali a non scusarsi: prima di essere avvocato è il Sindaco di Porto Recanati e ha ritenuto in tale veste che si sarebbero meglio tutelati gli interessi del paese con un’avvocatura fuori dalla provincia. Dov’è lo scandalo e dove l’offesa all’Ordine. Il Sindaco ha tutta la nostra approvazione e francamente queste polemiche ripetute del Presidente non ci convincono.

Dice la sig.ra Ubaldi che negli ambienti politici che frequenta non si parla che del Sindaco Montali e non certo bene. Noi che, per la verità, non siamo così introdotti come la sig.ra Ubaldi in certi ambienti salottieri e politici di alto livello, ma siamo tra la gente, sentiamo ben altri commenti, del tipo: ‘Finalmente si sono rotte le logiche del saccheggio del territorio, finalmente potremo affrontare con una nuova amministrazione i veri problemi di questo paese e riprendere un cammino interrotto 15 anni fa. Questo sentiamo in giro e le assicuriamo che su lei i commenti non sono dei migliori’.

Il Sindaco Montali in questi mesi ha vinto una grande battaglia: quella di mantenere i patti con gli elettori. Anche sul Burchio! E’ stato questo un passaggio delicato, forse il più delicato per questa amministrazione ma ora, come forza politica di maggioranza, auspichiamo che si possano riannodare i fili del dialogo per affrontare le prossime sfide.

Certo il clima forsennato scatenato in questi mesi, spesso anche in modo quasi intimidatorio, è l causa che ha portato anche alle minacce e agli insulti dell’ultima ora verso il Sindaco e un dirigente comunale: è vero che la madre dei cretini è sempre incinta, e che quindi simili episodi si commentano da soli, ma non possono comunque essere tollerati e ci sentiamo di esprimere pubblicamente a loro tutta la nostra solidarietà e il nostro sostegno. Ricordiamoci solo che certe logiche non sono spesso il frutto di chi le attua ma di chi le favorisce!

Non abbiamo alcuna difficoltà a riconoscere il ruolo essenziale delle aziende e delle istituzioni: ARPAM, ASUR, ASTEA, Regione Marche, con le quali aspichiamo la rapida ripresa di un dialogo per risolvere i problemi che assediano questo paese e ci fanno temere per la prossima stagione Nessun problema con nessuno, massima collaborazione, nel reciproco rispetto, per fare ognuno il suo.

Forza Sindaco, forza Giunta, forza Amministrazione, avete una montagna di lavoro davanti, dovete rilanciare questo paese da un torpore che lo ha avvolto in questi anni, riportarlo al livello che merita e, soprattutto, ridargli vita, economia, coesione sociale e partecipazione. Tutto il contrario di quanto fatto dall’ex Sindaco Ubaldi, ma per questo i cittadini ci hanno votato e vi hanno chiamato ad amministrare!”.

Articoli Correlati